Hotel Viterbo, Italia

  • Lista completa hotel a Viterbo
  • Trova il tuo hotel ideale a Viterbo!
  • Prenota a un prezzo incredibile!
In caricamento
Vedi più hotel
Hotel Viterbo

La città dei Papi

Viterbo è una cittadina sita nell’omonima provincia del Lazio, più precisamente nella parte settentrionale della regione italiana. Di origini antichissime, Viterbo conserva uno dei borghi medievali più grandi e particolari di tutta Italia, interamente circondato da un’imponente cinta muraria ancora perfettamente integra. Immediatamente fuori le mura, sorgono i nuovi quartieri della città che si estendono in tutta la zona circostante di Viterbo, tranne che nella parte più occidentale del territorio dove sorgono i grandi siti archeologici e le zone termali, come la Necropoli di Castel D’Asso e la sorgente di Bullicame, citata anche da Dante Alighieri nel suo Inferno. Storicamente riconosciuta come la “città dei Papi”, Viterbo fu sede pontificia durante il XIII secolo e per oltre un ventennio il Palazzo Papale ospitò ben cinque conclavi. Viterbo è famosa anche per la singolare “Macchina di Santa Rosa”, una torre illuminata alta più di 30 metri che ogni anno, il 3 settembre, viene portata in spalla da 100 uomini chiamati “facchini di Santa Rosa” per le vie del centro storico.

VITERBO E IL SUO BORGO

Viterbo è una città ricca di grandi tradizioni storiche e culturali e conserva nella culla del suggestivo borgo medievale monumenti ed opere d’arte che sicuramente attireranno la tua attenzione. Ne sono un perfetto esempio il Palazzo Alessandrini, risalente alla prima metà del XIII secolo dalle fattezze tipicamente gotiche, e il Palazzo Papale, edificio che maggiormente identifica la città di Viterbo, ricco di tesori artistici e testimone di ben cinque conclavi. Ma le bellezze di Viterbo non sono certamente finite qui: in Piazza della Rocca sorge, imponente, la Rocca Albornoz, attuale sede del Museo Nazionale Etrusco, mentre a poche centinaia di metri si innalza la Chiesa di Santa Maria della Verità con l’adiacente Museo Civico. Passeggiando per la città inoltre potrai ammirare la Chiesa di Sant’Andrea, il Complesso di Santa Maria in Gradi e le numerose fontane tra cui spicca la Fontana Grande sita nell’omonima piazza.

La Cattedrale di San Lorenzo è un altro monumento di notevole importanza; costruito in stile romanico sopra il Tempio di Ercole, al suo interno resterai incantato dalla bellissima pavimentazione cosmatesca, mentre all’esterno il massiccio campanile in stile gotico, risalente al XIV secolo, ti lascerà davvero a bocca aperta. La chiesa, dulcis in fundo, conserva il sarcofago di Papa Giovanni XXI ed il magnifico dipinto del pittore Girolamo da Cremona, “La Benedizione di Cristo”.

Una notevole fonte di turismo per la città di Viterbo è rappresentata dai suoi siti archeologici. Tra questi, spiccano senza ombra di dubbio gli antichi resti della città etrusca di Ferento. Sita a pochi km dal centro della cittadina viterbese, Ferento presenta influenze sia etrusche che romane, quest’ultime testimoniate dallo splendido teatro romano dove tutt’ora si svolgono spettacoli teatrali, festival di musica ed eventi di stampo folkloristico.

Se non vuoi perderti nulla di Viterbo, l’hotel Palazzo Riario sorge proprio nel cuore della città e ti permette di soggiornare in tutta tranquillità a pochi passi da tutti i luoghi di maggiore interesse.

TRADIZIONI E FOLKLORE POPOLARE

Uno degli eventi più attesi dalla città di Viterbo e da tutti i suoi abitanti è la Festa di Santa Rosa, la patrona della città festeggiata i primi giorni del mese di settembre. La grande e imponente torre, simbolo della festa e pesante circa cinque tonnellate, viene trasportata in processione per le vie della città sulle spalle di cento “coraggiosi” uomini, i cosiddetti “Facchini di Santa Rosa”. Questi ultimi, vestiti con la tradizionale divisa bianca con fascia rossa alla vita, partono dal Santuario di Santa Rosa seguiti da un corteo gremitissimo di fedeli che rievoca la traslazione del corpo della Santa dalla Chiesa di Santa Maria in Poggio al Santuario a lei dedicato. Il 3 settembre è un giorno di festa e gioia per tutti i viterbesi e anche per le migliaia di turisti che ogni anno arrivano a Viterbo per assistere a questa originalissima manifestazione religiosa!

Altro evento degno di nota è la Festa di San Pellegrino in Fiore. Ogni anno, a cavallo del 1 maggio, a Viterbo prende vita questa vivacissima e coloratissima manifestazione dedicata ai fiori e, per l’occasione, il quartiere di San Pellegrino e le zone circostanti vengono decorate con piante e composizioni floreali! Palazzi, piazze, fontane, abitazioni e vie cittadine esplodono letteralmente di fiori rendendo il centro storico un quadro dipinto di colori pastello. Una festa imperdibile per gli appassionati di botanica e non, perché oltre ai moltissimi allestimenti floreali e agli stand che vendono piante e fiori, vengono organizzate anche mostre d’arte, spettacoli folkloristici, teatrali e musicali contemporaneamente a degustazioni dei prodotti tipici. Dolce o salato? Ce n’è davvero per tutti i gusti. Viterbo vanta una tradizione culinaria molto radicata ai prodotti della terra ed alle specialità a base di carne, soprattutto bovina e suina. Per quanto riguarda il pesce, in zona sono presenti molti laghi per cui è spesso presente sulle tavole viterbesi il pesce persico, il luccio o la favolosa anguilla del lago di Bolsena. Vere e proprie prelibatezze rigorosamente a “chilometro zero”!

TRA NATURA, LAGHI E “MOSTRI”

La provincia di Viterbo è ricca di storia e tradizioni e, oltre alla possibilità di spaziare in ambienti naturali diversi come il lago di Vico e quello di Bolsena, ti offrirà la possibilità di ammirare borghi incantati come la Civita di Bagnoreggio e luoghi surreali come il Parco dei Mostri di Bomarzo.

La Civita di Bagnoreggio è situata sulla vetta di un colle dal quale godrai di un panorama davvero spettacolare! Il meraviglioso borgo è un piccolissimo centro dove il tempo sembra essersi fermato, accessibile soltanto a piedi percorrendo un suggestivo ponte. Il borgo regala un’atmosfera veramente surreale ed è noto anche come la “città che muore”, a causa del progressivo crollo delle pareti perimetrali e il conseguente abbandono nel corso degli ultimi secoli. Dalla rupe orientale poi potrai ammirare gli stupendi “Ponticelli”, enormi muraglioni naturali di argilla unici nel loro genere.

A pochi km da Viterbo potrai visitare un posto incantato, in passato noto come “Sacro Bosco” ma attualmente conosciuto come il Parco dei Mostri di Bomarzo. Il parco, ideale per una gita “fuori porta” in famiglia o con gli amici, vede le sue origini addirittura nel XVI secolo grazie alla storica famiglia Orsini. Ai giorni d’oggi si presenta come un’affascinante area verde popolata da statue raffiguranti figure mitologiche e creature spaventose e particolarissime. Un’esperienza che dimenticherai difficilmente! E quale migliore location puoi scegliere a Viterbo se non l’hotel Salus Terme? L’elegante struttura, che sorge proprio sull’area del Bullicame, è pronta a regalarti un relax unico grazie alla sua splendida spa arricchita dalle famose terme di San Valentino, note per le proprietà terapeutiche delle loro acque. L’hotel è aperto tutto l’anno, così se hai voglia di scegliere Viterbo per Capodanno non ti resta che prenotare e brindare al nuovo anno in questo splendido luogo!

Gamma di prezzi

da ‎35€a ‎400€

Hotel con spa a Viterbo