Hotel San Felice Circeo, Italia

  • Lista completa hotel a San Felice Circeo
  • Trova il tuo hotel ideale a San Felice Circeo!
  • Prenota a un prezzo incredibile!
Ordina per
In caricamento
Vedi più hotel
Hotel San Felice Circeo

Dalla maga che ammaliò Ulisse, al parco Nazionale: San Felice Circeo tra natura, leggenda e storia

In antichità presumibilmente legato alla terraferma dalla sola spiaggia, il promontorio del Circeo, conosciuto ai greci come l'isola di Eea, terra dell'aurora, è caratterizzato da un itinerario di grandi e meravigliosi paesaggi, perfetto emblema e sintesi completa della bellezza della costa laziale. Promontorio cavernoso sul quale il mito Ulisse approdò nel suo peregrinare, rimanendo ammaliato da Circe, dea o maga che fu, la quale abitava quella terra che il pelago tutto d'intorno la stringe e ghirlanda (così come lo stesso Odisseo, salito su una roccia, scorge ed individua), oggi è ancora una zona di rarissima ed unica bellezza, in cui mare, spiagge incantevoli e natura selvaggia si incontrano delicatamente in un mix di sorprendenti e selvaggi colori, profumi e sapori.

Dal falco pellegrino che ogni anno, sorvolando la zona, rinnova i suoi agguati, ai laghi che alle spalle del promontorio si stendono, abitati da cormorani e fenicotteri, fin giù alle selve allagate e tra le dune sabbiose delle spiagge dove impera il giglio. Ecco la meraviglia del Circeo, ecco l'atmosfera, sospesa tra storia, mito, leggenda e natura di San Felice Circeo.

TRA SABBIA, ROCCE E GROTTE…

Prima di inoltrarti alla ricerca di hotel, alberghi, bed and breakfast e alloggi dove poter dormire e rilassarti quanto basta per vacanze all'insegna della natura e del cristallino mare del Tirreno più poetico, parti dalla costa di San Felice Circeo. Località balneare, con spiagge mozzafiato sul litorale pontino che appartengono in gran parte al complesso del Parco Nazionale del Circeo dove oasi naturali e bellezze paesaggistiche regnano sovrane. Meta molto frequentata e ambita da coloro che amano fare surf, windsurf e kitesurf (perché tutto ciò che termina con surf o che abbia a che fare con esso qui, è un must), considerando quanto sia piacevolmente ventosa la zona, essa è anche il luogo ideale per gli appassionati di fondali e insenature frastagliate. Tutto intorno, infatti, sembra suggerire un itinerario naturale tutto a base di grotte, così, se si amano i fondali e le immersioni, andare a rimirare a 18 metri di profondità la statua bronzea del Cristo del Circeo, collocato in fondo al mare nell’aprile del 1992 rappresenta davvero uno spettacolo imperdibile, come quello, davanti alla Grotta delle Capre, della statua del Volto di Cristo realizzata dall'artista Ignazio Colagrossi e inabissata nel 2010.

Voglia di un giro a largo? Noleggiando una barca al porto si può costeggiare il promontorio superando la roccia su cui sorge Torre Fico per arrivare, più avanti, alla grotta del Presepe e del Calice; pochi metri ancora e ti troverai davanti alla grotta Azzurra dove è possibile entrare con la barca. Già stanco? Non scherziamo, perché a pochi metri si susseguono, vicinissime, la grotta delle Capre, dell'Impiso e del Fossellone, mentre più distante si incontrano grotta Anna e grotta Lanzuisi, posta proprio sotto Torre Cervia: insomma, San Felice Circeo è davvero un posto dove andare a g… rotta di collo!

Superata, poi, Punta Rossa, incontaminato e naturale luogo ideale dal quale esibirsi nei più svariati tuffi dai molto trasversali utilizzi atletico sociali (ossia dal semplice tuffo a candela per rinfrancare il corpo dal caldo, al più articolato tuffo "a pesce" per far colpo sulla maga Circe di turno, fino all'azzardato tuffo "a bomba" per far colpo… nell'acqua), potrai ammirare la costruzione della Batteria di Moresca. Quindi si incontra una insenatura circolare chiamata la Calozza, dopo la quale si entra in zona Precipizio, così chiamata per la parete che scende a picco sul mare. In questo angolo si possono visitare la grotta (non si finisce mai di "grottare" qui) delle Anfore, dei Prigionieri, della Maga Circe, Breuil e la spaccata di Torre Paola, posta sotto l'antica torre papale. Chi più ne ha più ne grotta qui a San Felice Circeo.

Appena uscito dal tuo tour tra speleologia rampante e tuffi al retrogusto di "rimorchio"? Bene, allora è il momento di gettarti, letteralmente, su di un letto di soffice sabbia dorata. Ecco, infatti, che si estende il litorale di San Felice Circeo, proprio sotto lo sguardo attento e saggio del promontorio. Il litorale è ampio e lungo ed alterna tratti bassi e sabbiosi a tratti più alti e rocciosi, orlato da una rigogliosa macchia mediterranea, palme nane e stabilimenti turistici. E dopo il letto di sabbia, non vi è nulla di meglio di un comodo letto in cui poter dormire. Ebbene sì perché tra pensioni, alberghi, hotel e bed & breakfast, San Felice Circeo ti offre una vasta gamma di soluzioni. Come ad esempio l'hotel Circeo Park: situato proprio sul lungomare, è un albergo a quattro stelle, ideale per la tue vacanze a… mille e una stella!

Vuoi riposarti come se vivessi in completo relax e in una sorta di atmosfera da pensione rilassante e senza dover pensare a nulla? Ottimo, perché l'hotel a quattro stelle Maga Circe, con tanto di terrazza sul mare, saprà regalarti tutte le comodità e il comfort che stai cercando a due passi dal mare.

…TUTTO IL FASCINO DELLA NATURA

Mare, spiagge e relax, certo, ma le tue vacanze meritano di più! Per questo San Felice Circeo è davvero il luogo ideale in cui si fondono tutti questi elementi essenziali aggiungendo un pizzico consistente di natura: e che pizzico! Proprio qui, infatti, si estende il famoso e rigoglioso Parco Nazionale del Circeo. Pur essendo il più piccolo dei parchi nazionali in virtù dei suoi 84 km² di superficie, esso comprende al suo interno ben tre unità paesaggistiche differenti e ben distinte: la fascia costiera a sud, il gran cordone di dune sabbiose che separa la costa dal mare e il promontorio del monte Circeo, fino a Torre Vittoria. Ricco di selve, nel suo entroterra proliferano numerose specie animali e vegetali tanto che non è escluso e difficile poter incontrare daini e cinghiali, facili da osservare soprattutto con il giungere del crepuscolo. Il parco, comunque, può essere considerato un vero e proprio paradiso per gli uccelli, in quanto ospiti fissi del delicato ecosistema della duna litorale che si rifocillano frequentemente nei bacini lacustri della fascia costiera: folaghe, germani reali, morette, oche selvatiche, martin pescatori, cicogne, aironi sono sempre di casa e non mancano anche i cormorani; insomma una vera e propria voliera naturale, ideale per il birdwatching avventuroso.

Oltre alle grotte che si estendono, come descritto più su, lungo tutto il litorale - alcune delle quali sono raggiungibili solo dal mare - il Parco Nazionale del Circeo custodisce anche delle importanti e preziose gemme archeologiche, come i resti di una grandiosa villa imperiale del I secolo, la Villa di Domiziano o come la fonte di Lucullo, grotta romana di età imperiale situata in una depressione boscosa dove sgorgano sorgenti fredde di acqua minerale. Trekking, mare, natura e birdwatching: ecco il cuore verde di San Felice Circeo!

Gamma di prezzi

da ‎57€a ‎290€

Top hotel

Altri Top Hotel