Hotel Mantova, Italia

  • Lista completa hotel a Mantova
  • Trova il tuo hotel ideale a Mantova!
  • Prenota a un prezzo incredibile!
In caricamento
Vedi più hotel
Hotel Mantova

Mantova, una signora città

Mantova è il motivo per cui in fondo ogni italiano è profondamente innamorato della sua terra. Perché Mantova è puro orgoglio, imbarazzo della scelta. Un’ideale di bellezza tutto italiano, una perla passata tra le mani di famiglie, Signorie e Regine rapite dall’arte e dall’eleganza. Perché Mantova, con i suoi nemmeno cinquantamila abitanti, ha decine e decine di attrazioni turistiche imperdibili. Perché è così bella che è entrata tutta nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Perché vi nasce la musica lirica. Perché vi nacque Virgilio. Perché le sue piazze sono una più bella dell’altra. Perché i Gonzaga l’hanno governata per quattro secoli su standard artistici incredibili. Perché Mantova rispecchia l’Italia e la sua storia incredibilmente travagliata, perché camminando per Mantova si cammina tra epoche di splendore, perché una visita a Mantova rischia di catturarti per sempre in un mondo di castelli, palazzi e affascinanti e cupe storie rinascimentali. A Mantova si consuma l’Italia geniale ed elegante, la culla culturale del mondo.

LA GLORIA ETERNA DEI GONZAGA

La prima preoccupazione che ti assale a Mantova riguarda come farai a vedere tutto senza lasciare fuori dall’itinerario qualcosa di assolutamente imperdibile. Questo porta alla seconda preoccupazione. Cosa può non essere considerato imperdibile? Gli ispettori UNESCO non sono riusciti a trovare la risposta: per loro Mantova meritava tutta di entrare nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Ci vuole poco a capire il perché! Mantova è una città dalla storia incredibile che ha raggiunto il suo massimo splendore prima con i Gonzaga, che hanno tenuto in mano le redini della città per quattro secoli dapprima come signori, poi come marchesi e duchi, e nel ‘700 sotto la guida di Maria Teresa d’Austria. È innegabile comunque che il nome di Mantova sia legato a quello dei Gonzaga indissolubilmente.

La testimonianza più bella e incredibile della famiglia Mantovana è senza dubbio il Palazzo Ducale, la “città nella città”, del XIII secolo. Ecco, quando prenoterai il tuo hotel, fai in modo che sia nelle vicinanze di questo posto meraviglioso: l’Hotel dei Gonzaga potrebbe essere una buona opzione! Composto da 950 stanze, e fregiato dalle opere di grandissimi artisti come Tintoretto, Mantegna, Rubens, Pisanello, il Palazzo Ducale è una stella nel panorama dei palazzi di tutta Europa, adornata com’è di giardini (bellissimo quello dei Semplici o quello Pensile), piazze, cortili (meraviglioso quello della Cavallerizza, dove si svolgevano tornei e parate) che la innalzano a fulgido esempio di architettura rinascimentale. I Gonzaga usavano la cultura per innalzarsi al centro del mondo: una volta che ti troverai nel Palazzo troverai quel mondo che difficilmente vorrai lasciare. Sempre parte del complesso del Palazzo Ducale, vera e propria reggia, è Il Castello di San Giorgio, costruito per difendere il passaggio tra il Lago di Mezzo e il Lago Inferiore e custode di tesori inestimabili come la Camera Picta che nel torrione nord-est splende dell’arte del Mantegna. Un’altra splendida tappa da non perdere in questo complesso sono la Basilica di Santa Barbara, il Palazzo del Capitano e la Magna Domus. Diversi tra loro, queste attrazioni ti aiuteranno ancora di più ad entrare nel prestigio altissimo di cui i Gonzaga riuscirono a forgiarsi ai loro tempi, regalando a Mantova gloria eterna.

UN MUSEO A CIELO APERTO

Capito? Solo con il Palazzo Ducale avresti bisogno di un’intera giornata. Per quanto tutta questa bellezza possa viziarti, stai pur sicuro che Mantova saprà soddisfare le tue sempre più esigenti aspettative. Magari alloggia con il tuo hotel al centro della città presso lo splendido complesso a 4 stelle del Rechigi e perditi facendoti una bella camminata nel tuo itinerario di storia ed arte che attrae ogni anno turismo da tutto il mondo. Parti dal cuore pulsante della città, Piazza Sordello con le imponenti, bellissime strutture gotiche di Palazzo Castiglioni e Palazzo Acerbi, potenti famiglie del glorioso passato mantovano. Quest’ultimo è sovrastato dall’imponente Torre della Gabbia, struttura che richiama tristi ricordi di prigionieri rinchiusi in essa e messi alla gogna. Continua il tour per le piccole vie della città e immergiti in Piazza Broletto e l’attigua Piazza delle Erbe dove da secoli si tiene il mercato della frutta e verdura. La piazza è contornata da affascinanti portici e dal Palazzo della Ragione, custode della severa Torre dell’Orologio, uno splendido esempio di meccanica da parte di Bartolomeo Manfredi, astrologo dei Gonzaga. Altra tappa obbligatoria a Mantova è il Palazzo Te, figlio del genio di Giulio Romano, diretto allievo di Raffaello, il quale si occupò sia del progetto architettonico che decorativo, donando all’umanità un testamento accorato della pittura manierista che ti lascerà a bocca aperta.

Infine, avendo citato Maria Teresa D’Austria in precedenza non possiamo che menzionare un’ultima tappa in un posto d’immensa bellezza: il Teatro Scientifico. Uno dei massimi esempi di architettura teatrale barocca, il teatro si presenta con una pianta a campana e quattro ordini di palchi. Nel 1770 qui si tenne un concerto dell’appena 13enne compositore Mozart accolto con grande entusiasmo e lunghi applausi. Il padre del piccolo Mozart ebbe a dire che quello era il teatro più bello in cui fosse mai stato. C’è da scommetterci che di teatri, a quel punto, ne avesse visitati già parecchi!

LETTERATURA, CREATIVITÀ, CUCINA: IL GENIO DI MANTOVA NON TRAMONTA MAI

Mantova è una città che vive di cultura. Come un bambino che cresce in una famiglia con un pianoforte matura una sensibilità musicale più spiccata, vivere a Mantova vuol dire far proprio un mondo di arte, di antenati che si ergono come giganti bonari oltre le testimonianze che ad oggi rendono Mantova una tappa rinomata a livello mondiale per il turismo. Puoi andare a Mantova con la famiglia, con amici, se sei giovane o meno giovane, a Capodanno come in estate: la città ha davvero tantissime offerte per ogni gusto. Rinomatissimi sono il festival di Mantova Creativa che si tiene a maggio e che mette insieme il genio, le idee, la creatività dei mantovani riproponendo lo splendore dei Gonzaga in salsa attuale. Altro appuntamento davvero imperdibile è il Festival Internazionale della Letteratura, uno dei primi in Italia nel genere. Questo festival ha come peculiarità il fatto che si tiene lungo tutta la città, rendendola ancora più affascinante: di certo questo è un periodo speciale per recarsi a Mantova e di conseguenza innamorarsi di essa.

Tutto questo camminare e girare, puoi starne sicuro, ti faranno venire un appetito esigente. Prima di tornare nel tuo hotel con rilassante spa La Favorita, fai in modo di provare la cucina mantovana, di sicuro non da meno rispetto alla tradizione d’eccellenza delle arti in città. In effetti, essa rappresenta l’ultimo tassello di un’esperienza totale: anche nella cucina mantovana, infatti, è forte l’influenza dei Gonzaga. Comincia il tuo pasto con i tipici capunsei, gnocchi di pane locali o dei deliziosi tortelli di zucca se ti trovi in città nel periodo natalizio. Per secondo imperdibile è lo stracotto accompagnato dalla polenta, delizioso stufato locale. A coronamento di un pasto da veri signori, non può mancare la tipica Sbrisolona, un dolce a base di mandorle dal fascino antico. Cultura, cibo, arte, bellezza: troppo bello per essere vero? Esatto, solo che Mantova esiste davvero.

Gamma di prezzi

da ‎40€a ‎161€

Hotel con spa a Mantova

I migliori Bed & Breakfast a Mantova

Punti di interesse - Mantova