Filtri722.698 hotelda 209 siti webPreferiti
Me, 29.10
Gi, 30.10
Da Mercoledì29.10.14 a Giovedì30.10.14

City Hotel Merano

Hotel con appartamenti0
Via Mainardo 41 39012 Merano Italia
In caricamento...
Vedi più hotel
Valutazione complessiva
Opinione generale trivago Rating Index basato su 354 recensioni presenti sul web
88/100

Il tRI ha origine da diverse fonti di valutazione sul web e utilizza un algoritmo per unirle, raggiungendo un punteggio affidabile e imparziale. Leggi di più
  • altre fonti (329) 329 recensioni
    86/100
88 di 100 basato su 354 recensioni
Castello Principesco

Castello Principesco

Il Castello Principesco si trova in via Galilei, nel centro di Merano. Sorto come residenza del duca Sigismondo d’Austria nella seconda metà del XV secolo, nel 1516 ospitò l’imperatore Massimiliano I. Sul finire del 1800 il castello fu sottoposto a lavori di restauro nel corso dei quali furono ricostruiti gli ambienti originari con gli arredi del tempo, per cui resta un’importante testimonianza della cultura abitativa. Il castello venne aperto al pubblico nel 1880. Il suo ingresso si affaccia su un cortile che conduce al corpo di guardia, dove sono esposte delle armi, e alla sala dei matrimoni. L’edificio si sviluppa su altri due piani dove si trovano tra l’altro la camera dell’imperatore, la cucina, la cappella, la sala dei cavalieri e quella delle damigelle, nella quale è esposta una collezione di strumenti musicali. L’edificio è in parte accessibile ai disabili ed è possibile effettuare un tour virtuale delle sale tramite una postazione pc. Lo si può visitare dal mese di marzo alla prima domenica di gennaio con orari da martedì a sabato dalle 10.00 alle 17.00, domenica e festivi dalle 10.00 alle 13.00. Giornata di chiusura il lunedì.

di più
meno
Kurhaus

Kurhaus

Il Kurhaus, dalle linee liberty che da un lato si specchiano nel fiume Passirio e dall’altro si affacciano sul corso Libertà ed è il simbolo della città di Merano. La prima parte, il Pavillon des Fleurs, venne inaugurata nel 1874 mentre la nuova ala con il Kursaal venne inaugurata solo il 31 dicembre del 1914. L’edificio doveva rispondere a due caratteristiche ben precise: essere un luogo preposto per le cure termali ma allo stesso tempo essere uno spazio d’intrattenimento per gli ospiti. E così furono fatte le sale per il fumo, quelle per il gioco, altre dedicate alla conversazione, alla lettura, al ballo, alla rappresentazione di opere…ecc. Le stuccature, le decorazioni in ferro battuto, la rotonda con la cupola ed il famoso timpano con la raffigurazione delle muse danzanti recano il marchio inconfondibile dello stile liberty in voga al tempo della costruzione. Oggi è adibito a luogo per convegni, mostre, concerti e balli organizzati. Le sue stanze possono ospitare da 10 a 1000 persone a secondo delle esigenze. Al suo interno si trova l'Aziende di Soggiorno di Merano, punto di riferimento per i visitatori che vogliono avere informazioni sulla visita della città.

di più
meno
Etschtalradweg

Etschtalradweg

Una delle attrattive di Merano sono le sue piste ciclabili che da qui si dipartono. Una di queste collega Merano a Bolzano. Il suo percorso è lungo circa 55 chilometri e si svolge in prevalenza su terreno pianeggiante immerso tra frutteti, castelli e fortezze medievali sede di interessanti musei. Un altro percorso ciclabile è quello della Passiria. Esso si spinge attraverso un tragitto di 50 chilometri e con un dislivello di 710 metri. Durante il suo attraversamento si viene a conoscenza di alcuni caratteristici comuni. Infine vi è la pista ciclabile che da Merano si spinge fino a Glorenza, lungo il fiume Adige in un territorio ricco di boschi. Da qui poi si raggiunge Resia e Malles. Questo tratto può essere percorso anche con il treno della Val Venosta che parte da Merano ed arriva a Malles recando con sé la bicicletta. Questa pista ciclabile è definita una delle più belle dell’Alto Adige per i paesaggi che si incontrano.

di più
meno
La via dei Portici

La via dei Portici

Costruita nel XIII secolo per volere dei Conti del Tirolo, la via dei Portici collega il Duomo alla piazza del Grano, con un percorso di circa 400 metri. Come testimonia il nome che porta, è fiancheggiata da portici, sui quali si affacciano numerosi negozi. In origine la linea dei portici era continua ma nel 1913 fu interrotta dalla via Cassa di Risparmio. Da allora i portici sono suddivisi in "superiori" e "inferiori". Si distinguono anche in "Portici di Fiume", verso il fiume Passirio, e in "Portici della Montagna", verso il monte Benedetto. Già nel medioevo era il centro della vita commerciale della città e tale è rimasta anche oggi. Le facciate delle case, che risalgono ad epoche diverse, sono di vari colori e riccamente decorate, in linea con le analoghe caratteristiche che si ritrovano in numerose altre località del Sud Tirolo/Alto Adige. Sulla via si affaccia il "Museo dell'abito e della donna attraverso il tempo". L'originale raccolta documenta gli accessori dell'abbigliamento femminile nel secolo che va dal 1870 al 1970.

di più
meno
Mercatino di Natale di Merano

Mercatino di Natale di Merano

Il Mercatino di Natale di Merano ha inizio alla fine di novembre e termina il 6 gennaio, previa l'inaugurazione ufficiale che celebra l'inizio dei festeggiamenti. Il 25 dicembre il mercatino è chiuso. 80 espositori con stand in legno illuminati e decorati a festa vendono i prodotti gastronomici tipici del luogo e oggettistica per regali: addobbi, ceramiche e vetro, tessuti, pantofole di feltro, statuette di legno, giocattoli. Le strade del centro vengono addobbate a festa per ricreare un'atmosfera magica e natalizia, enfatizzata dai molti punti di ristoro dove si vendono bevande calde quali cioccolate o vin brulè, caldarroste, panini e bibite. Gli orari di apertura sono i seguenti: dal lunedì al venerdì il mercatino è visitabile dalle 10.30 alle 19.30, il sabato e la domenica il mercatino apre alle ore 9.00, il 24.12. e il 31.12 il mercatino è aperto dalle ore 10.30 alle 16.00. Gli stand gastronomici restano aperti fino alle ore 20.30, il sabato e la domenica fino alle 21.30.

di più
meno
Museo ebraico

Museo ebraico

Il Museo ebraico è sito a Merano in via Schiller al civico 14, all’interno della Sinagoga. La comunità ebraica si costituì a Merano alla fine del XIX secolo realizzando in città un cimitero ebraico, un sanatorio, la Sinagoga e alcuni alberghi. Il Museo ebraico consente di effettuare un percorso storico ricostruendo il ruolo che nel passato ha ricoperto la comunità ebraica in questa località che si dice sia stata quella che scoprì le proprietà curative dell'acqua di Merano. All’interno del museo sono esposti oggetti di culto e paramenti di interesse storico e culturale, nonché documenti relativi alla storia della comunità ebraica del periodo compreso tra il 1800 e il 1900 con particolare riguardo alle persecuzioni fasciste e alle deportazioni. L’ingresso è gratuito. E’ possibile effettuare visite guidate su prenotazione. Visite: martedì e mercoledì: ore 15.00 - 18.00 giovedì: ore 9,00 - 12,00 venerdì: ore 15,00 - 17,00 Chiuso nei giorni festivi ebraici.

di più
meno
Condividi l'hotel:
Vai a inizio pagina