Filtri714.359 hotelda 201 siti webPreferiti
Do, 24.08
Lu, 25.08
Da Domenica, 24.08.14 a Lunedì, 25.08.14

Degli Orafi

Hotel4
Lungarno Archibusieri, 4 50121 Firenze Italia
In caricamento...
Vedi più hotel
Hotel Degli Orafi

Descrizione

L’hotel degli Orafi è un’antica residenza fiorentina situata tra la galleria degli Uffizi e Ponte Vecchio, sul Lungarno Archibugieri. Il complesso conserva ancora le antiche strutture risalenti al tredicesimo secolo, come il convento dei Padri Agostiniani ed il suo chiostro. L’hotel, recentemente restaurato, ha al suo interno preziosi affreschi e soffitti decorati a cassettoni di epoca rinascimentale. Inoltre offre viste mozzafiato sul fiume Arno, su Ponte Vecchio e sulle sue botteghe orafe, sull’Accademia dei Georgofili, su Palazzo Vecchio, sulla Galleria Vasariana e sulla Cupola di Brunelleschi. L’hotel dispone di un american bar e di una sala colazione abbellita da decorazioni antiche e preziose. Le 42 stanze sono tutte equipaggiate con i moderni comfort come aria condizionata, minibar, bagno con specchio cosmetico, asciugacapelli e set di cortesia, cassaforte, telefono e tv satellitare. Al quinto piano dell’edificio c’è un roof garden con un suggestivo panorama su Firenze e sui Colli Fiorentini.

Calendario dei prezzi

490
380
270
160
Luglio Gi
31
AgostoAgosto Ve
1
 Sa
2
 Do
3
 Lu
4
 Ma
5
 Me
6
 Gi
7
 Ve
8
 Sa
9
 Do
10
 Lu
11
 Ma
12
 Me
13
 Gi
14
 Ve
15
 Sa
16
 Do
17
 Lu
18
 Ma
19
 Me
20
 Gi
21
 Ve
22
 Sa
23
 Do
24
 Lu
25
 Ma
26
 Me
27
 Gi
28
 Ve
29
 Sa
30
 Do
31
SettembreSettembre Lu
1
 Ma
2
 Me
3
 Gi
4
 Ve
5
 Sa
6
 Do
7
 Lu
8
 Ma
9
 Me
10
 Gi
11
 Ve
12
 Sa
13
 Do
14
 Lu
15
 Ma
16
 Me
17
 Gi
18
 Ve
19
 Sa
20
 Do
21
 Lu
22
 Ma
23
 Me
24
 Gi
25
 Ve
26
 Sa
27
 Do
28
 Lu
29
 Ma
30
OttobreOttobre Me
1
 Gi
2
 Ve
3
 Sa
4
 Do
5
 Lu
6
 Ma
7
 Me
8
 Gi
9
 Ve
10
 Sa
11
 Do
12
 Lu
13
 Ma
14
 Me
15
 Gi
16
 Ve
17
 Sa
18
 Do
19
 Lu
20
 Ma
21
 Me
22
 Gi
23
 Ve
24
 Sa
25
 Do
26
 Lu
27
 Ma
28
 Me
29
 Gi
30

Gamma di prezzi

da 183€a 208€

Indirizzo

Lungarno Archibusieri, 4, 50121, Firenze Italia | Vedi sulla mappa
Telefono: +390(55)26622 | Fax:+390(55)2662111 | Homepage ufficiale

Pagamento

  • Bancomat/ Maestro
  • American Express
  • Diner's Club
  • Mastercard
  • JCB Intl.
  • Visa

I 9 servizi più importanti dell'hotel

  • Wi-Fi
  • Parking
  • TV
  • A/C
  • Terrazza
  • Piscina
  • Spa
  • Bar dell'hotel
  • Cassaforte

Arredamento della stanza

  • Bagno con doccia,
  • Finestre apribili,
  • TV,
  • Asciugacapelli,
  • Riscaldamento,
  • Aria condizionata,
  • Specchio da trucco,
  • Mini bar,
  • Radio,
  • TV satellitare,
  • Scrivania,
  • Salotto,
  • Telefono,
  • Cassaforte in camera,
  • Internet,
  • Wi-Fi nelle stanze

Servizi dell'hotel

  • Centro congressi,
  • Reception,
  • Express check-in/out,
  • Ascensore,
  • Parcheggio,
  • Terrazza,
  • Facchino bagagli,
  • Animali ammessi,
  • Bar dell'hotel,
  • Cassaforte,
  • Stanze per non fumatori,
  • PC con internet,
  • Reception 24 ore su 24,
  • Accessibile ai disabili,
  • Disponibili stanze silenziose,
  • Servizio di lavanderia,
  • Wi-Fi nella lobby,
  • Servizio in camera,
  • Terrazzo/Balcone,
  • Noleggio auto in hotel,
  • Servizio prenotazione,
  • Sala lettura

Valutazione complessiva
Opinione generale trivago Rating Index basato su 2248 recensioni presenti sul web
90/100

Il tRI ha origine da diverse fonti di valutazione sul web e utilizza un algoritmo per unirle, raggiungendo un punteggio affidabile e imparziale. Leggi di più
  • trivago (3) 3 recensioni
    90/100
  • altre fonti (1396) 1396 recensioni
    90/100
Recensioni Degli Orafi
Fornito datrivago
ForAll: Un Hotel di classe in pieno centro
Recensione di Agosto 2010 di enzanima
L'Hotel degli Orafi si trova sul Lungarno a Firenze. In un posto magico ecco un hotel di lusso e classe. Seppur in un contesto storico e antico, questo hotel è accessibile ai disabili motori. Ha un ascensore per salire ai piani delle camere, e la camera accessibile ha tutti gli accessori necessari, tutto questo senza rovinare la classe e lo stile dell'hotel.
Recensioni di più di 5 anni fa Degli Orafi
Fornito datrivago
Firenze negli occhi
Recensione di Novembre 2008 di giulia
  • #Viaggio d´affari
  • #Solo colazione
  • #Viaggio breve (2-3 giorni)
  • #Solo
Sono stata di recente in questo hotel lo scorso 17/18 novembre per lavoro e ho pernottato 3 notti. Anticipo che eravamo ospiti, quindi questo ci ha reso la struttura molto piu' gradita. Mi sono trovata benissimo, sia in termini di accoglienza e ospitalita' che per la struttura e la location che sono fantastiche, nel cuore di firenze. L'hotel si trova infatti a pochi passi da Ponte Vecchio e si affaccia dull'Arno, mentre dall'altro lato si puo' ...
90 di 100 basato su 2488 recensioni
Piazza della Signoria

Piazza della Signoria

Nel centro di Firenze, rappresentò la sede del potere civile e il cuore pulsante della città. Strutturalmente si allarga a L tra il Duomo e il Ponte Vecchio, abitata fin dal Neolitico, e fu una zona importante già in epoca romana per la presenza di un impianto termale e di una fullonica industriale, ossia di una bottega di tintoria. Nella storia l'impianto urbanistico della piazza è cambiato diverse volte, fino alla sua forma attuale che è la stessa dal 1268, in seguito venne costruito il Palazzo della Signoria, divenendo il cuore della vita civile della città, contrapposto a quello religioso della Piazza Duomo. Qui erano celebrate le esecuzioni capitali, e qui fu impiccato e bruciato Savonarola. Nei secoli successivi vennero aggiunti gli Uffizi, e nell'800 fu costruito il Palazzo delle Assicurazioni in stile neo rinascimentale. Le statue che ornano la piazza rappresentano un ciclo allegorico laico, che attraversa diversi tempi storici, ad ispirazione dei governanti della città: Marzocco, Giuditta e Oloferne, David di Michelangelo (la copia), il Perseo, Ercole e Caco. Dietro alla Fontana del Nettuno c'è una targa che vieta il lavaggio dei panni nella fontana risalente al sec.XVI.

di più
meno
Loggia del Mercato Nuovo - Loggia del Porcellino

Loggia del Mercato Nuovo - Loggia del Porcellino

La Loggia del Mercato Nuovo, all'incrocio tra via Calimana e via Porta Rossa a Firenze, così chiamata per distinguerla da quella del Mercato Vecchio (che sorgeva nei pressi della attuale Piazza della Repubblica), è anche comunemente nota come Loggia del Porcellino, a causa della vicina fontana seicentesca, opera di Pietro Tacca, raffigurante un cinghiale (il cui originale bronzeo è conservato attualmente a Palazzo Pitti). Tradizione vuole che, inserendo una moneta nella bocca del porcellino, se la stessa supera la grata dove cade l'acqua della fontana, toccando il naso del porcellino si riceva buona sorte e fortuna. Lo spazio sotto la Loggia (costruita tra il 1547 e il 1551, su progetto di Giovan Battista del Tasso), 400 metri quadri circa, è normalmente occupato da bancarelle di souvenir, anche se originariamente era il luogo in cui venivano vendute sete e cappelli di paglia. Quando le bancarelle sono assenti è possibile osservare al centro della Loggia la cosiddetta pietra dello scandalo, ossia la pietra su cui venivano puniti, in epoca rinascimentale, i debitori: una volta che venivano loro calate le braghe, i puniti dovevano ripetutamente sbattere le natiche sulla pietra.

di più
meno
Palazzo Vecchio

Palazzo Vecchio

Palazzo Vecchio, a Firenze, è stato progettato da Arnolfo di Cambio verso la fine del 1200 e fu terminato nel 1314. Si trova in piazza della Signoria ed è la sede del comune della città. E’ uno dei palazzi civici più conosciuti d’Italia. Quando la capitale fu trasferita da Torino a Firenze, dal 1865 al 1871 fu la sede del Parlamento italiano. Oggi ospita vari uffici comunali oltre al sindaco. La maggior parte del palazzo è occupata da un museo. La facciata del palazzo è a bugnato e, sulla facciata principale, spicca la Torre di Arnolfo che è diventata un emblema della città. Essa fu costruita quando la costruzione del palazzo era quasi ultimata, nel 1310. E’ alta 94 metri ed è spostata verso il lato sud della facciata. In un vano all’interno della torre, chiamato l’Alberghetto, furono tenuti prigionieri Cosimo il Vecchio e Savonarola prima della sua esecuzione capitale. Orario feriale, dalle 9 alle 19, il giovedì dalle 9 alle 14, festivi dalle 9 alle 19. Biglietti interi 6 euro, ridotti 4.50.

di più
meno
Ponte Vecchio

Ponte Vecchio

Il ponte più vecchio e caratteristico di Firenze è il Ponte Vecchio la cui costruzione risale al Trecento anche se già al tempo dei Romani esisteva un ponte nel punto in cui l’Arno era più stretto. E’ uno dei simboli di Firenze e, per la sua struttura, è uno dei più famosi nel mondo intero. Cosimo I affidò all’architetto Vasari la progettazione di un corridoio che unisse Palazzo Vecchio con Palazzo Pitti. Questo ponte ospita da una parte e dall’altra delle botteghe di orafi ed in generale di artigiani. Ogni bottega ha una sola vetrina chiusa da pesanti porte in legno. Nella bottega c’è anche un retro che si sporge sul fiume ed è sostenuto da sostegni in legno. Al centro del ponte si trovano due terrazze panoramiche. In una di queste si trova il busto di Benvenuto Cellini, famoso orafo fiorentino.

di più
meno
Galleria degli Uffizi

Galleria degli Uffizi

La Galleria degli Uffizi rappresenta una delle più note e importanti collezioni d'arte italiane. Essa fu creata nel 1581 e voluta dal Granduca Francesco I de’ Medici su progetto di Giorgio Vasari. Inizialmente la sua funzione era quella di riunire i poteri delle varie magistrature, ma subito dopo la sua construzione venne adibita a contenere opere d'arte. Al tempo le sale conservavano strumenti scientifici, oggetti d'arte di vario genere, gioielli di bellezza, ma anche laboratori di arti minori, come la fonderia (l'attuale farmacia), in cui venivano preparate medicine, profumi e veleni. Oggi la Galleria degli Uffizi ospita dipinti dal Duecento fino ai giorni nostri, con autori sia italiani che stranieri. Sono inoltre presenti collezioni di sculture dal I Secolo al 1800. Tra gli artisti di fama troviamo Giotto, Lippi, Pollaiolo, Botticelli, Leonardo, Perugino, Signorelli, Durer, Bellini, Giorgione, Mantegna, Correggio, Raffaello, Andrea del Sarto, Tiziano, Dosso, Veronese, Tintoretto, ma anche Rubens e Rembrandt. Attualmente la Galleria d'arte richiama turisti dall'Italia e dall'Estero, che giornalmente animano con lunghe code il corridoio esterno a forma di U.

di più
meno
Condividi l'hotel:
Vai a inizio pagina